Urp

UFFICIO RELAZIONI CON IL PUBBLICO (U.R.P.)

Presso la sede legale dell'A.S.P., in Viale degli Aviatori n. 25, è attivo l'Ufficio Relazioni con il Pubblico (U.R.P.) con il compito precipuo di fornire agli utenti ed alle persone interessate informazioni inerenti l'attività istituzionale e sul funzionamento dell'A.S.P. nonché sulle prestazioni erogate.

Le attività di comunicazione pubblica sono finalizzate a:

a) illustrare e favorire la conoscenza delle disposizioni normative o regolamentari al fine di facilitarne l'applicazione;

b) illustrare le attività dell'A.S.P. e il loro funzionamento;

c) favorire l'accesso ai servizi, promovendone la conoscenza;

d) garantire il servizio all'utenza per i diritti di accesso e di partecipazione di cui alla Legge 7/8/1990, n. 241 ed al "Regolamento per la trasparenza (per l'accesso ai documenti amministrativi e per l'esercizio del diritto di visione degli atti e dei provvedimenti nonché per il rilascio di copie a favore dei cittadini) dell'a.s.p.;

e) garantire l'informazione all'utenza relativa agli atti e allo stato dei procedimenti nonché la conoscenza dell'avvio e del percorso dei procedimenti amministrativi;

f) attivare ricerche e analisi finalizzate alla formulazione di proposte sugli aspetti organizzativi e logistici dei rapporti con l'utenza adottato dall'ASP.

L'U.R.P. deve, inoltre, raccogliere eventuali istanze e suggerimenti, operando in particolare per rendere effettiva la tutela dell'utente, con l'obiettivo di promuovere i processi volti a verificare la qualità dei servizi ed il gradimento degli stessi.

ISTANZE

Gli utenti possono presentare presso gli uffici dell’ASP in Viale degli Aviatori, n. 25 osservazioni, richieste di chiarimenti, opposizioni, denunce o reclami contro atti o comportamenti che negano o limitano la fruibilità delle prestazioni di competenza dell'A.S.P. Il preposto all'Ufficio, responsabile del procedimento, riceve le istanze e procede, previa adeguata istruttoria, a predisporre la risposta alle stesse, a fornire le informazioni richieste e/o a provvedere a quant'altro necessiti al fine di soddisfare la domanda presentata, anche risolvendo nell'immediato la problematica quando ne ricorrano i presupposti.

È fatto salvo il principio generale secondo cui la presentazione delle osservazioni ed opposizioni non impedisce né preclude la proposizione di impugnative presso la Direzione dell'A.S.P., nonché in via giurisdizionale.

I soggetti individuati al primo capoverso esercitano il proprio diritto entro 15 giorni dalla conoscenza da parte dell'interessato dell'atto o comportamento lesivo dei propri diritti, alternativamente:

- mediante lettera inviata all'A.S.P. - anche tramite fax o posta elettronica - oppure consegnata direttamente agli uffici;

- mediante compilazione di apposito modello in distribuzione presso la sede dell’Ente;

- mediante segnalazione telefonica o nel corso di colloquio con il personale addetto.

Per le segnalazioni telefoniche e per i colloqui viene redatta apposita scheda-segnalazione; in ogni caso devono risultare espressamente i dati identificativi della persona che effettua la segnalazione.

Istruttoria ed evasione delle istanze

Le istanze presentate devono essere protocollate e contestualmente trasmesse alla Direzione per necessaria immediata conoscenza.

Ai fini istruttori, nei cinque giorni successivi il personale preposto si attiva nei confronti dei responsabili delle Aree interessate, affinché provvedano ad evitare la persistenza dell'eventuale disservizio, reperendo tutte le informazioni e gli elementi necessari - anche acquisendo relazioni o pareri - per fornire adeguata risposta al richiedente.

Il personale preposto provvede a dare tempestiva risposta, comunque, non oltre il termine di 30 gg. dal ricevimento dell'istanza, in ordine alle segnalazioni di più agevole soluzione; per i casi di evidente complessità o di particolare delicatezza le risultanze dell'istruttoria vengono trasmesse al Direttore per la definizione dell'iter della pratica ed il riscontro all'istanza, entro lo stesso termine di 30 gg. di cui sopra.

La risposta inviata all'utente va fornita in copia alle aree interessate per l'adozione dei provvedimenti e delle misure necessarie.

Il personale preposto provvede ad attivare la procedura di riesame dell'istanza, qualora l'utente dichiari insoddisfacente la risposta ricevuta e produca elementi integrativi.

RECLAMI

Per rimuovere eventuali disservizi che limitano la possibilità di fruire delle prestazioni erogati o che violano i principi e gli standard enunciati nella Carta dei Servizi, gli utenti possono presentare un reclamo quale segnalazione di una difformità tra quanto previsto nella Carta dei Servizi e quanto effettivamente erogato.

Il reclamo, pertanto, ha lo scopo di offrire agli utenti uno strumento agile e immediato per segnalare all’ufficio competente comportamenti non in linea con i principi e le finalità della Carta e con i principi della trasparenza dell'azione amministrativa.

I reclami del/la cittadino/a riguardanti i servizi erogati dall’ASP “Marchese Filippo de Piccolellis” devono pervenire direttamente in forma scritta, su apposito stampato disponibile presso la Segreteria dell’ASP: una volta compilato il/la cittadino/a può consegnarlo direttamente all’ufficio preposto oppure inviarlo al medesimo tramite posta o fax.

Il/la cittadino/a può segnalare il reclamo utilizzando qualsiasi altra forma scritta, purché contenente generalità, indirizzo, reperibilità e sottoscrizione del/la proponente e purché faccia il possibile per descrivere chiaramente tutti gli elementi utili alla individuazione del problema o della segnalazione.

Il reclamo non sostituisce i ricorsi. Esso ha natura e funzioni diverse dai ricorsi amministrativi e giurisdizionali previsti dalle leggi vigenti. La presentazione del reclamo non influisce sui termini di scadenza dei ricorsi.

Modulo Reclami

 

 

 

 

 

 

 

MUSEO DELLA FONDAZIONE

© 2018 Asp de Piccolellis. All Rights Reserved. Designed By Alcati computer

Please publish modules in offcanvas position.